Prestiti Cambializzati: cosa sono e chi li eroga



Le richieste dei finanziamenti, a causa della crisi economica, continuano ad aumentare. Vi è però un problema, sempre causato dall’attuale crisi che attraversa il nostro Paese: delle richieste di finanziamento effettuate, tante vengono da disoccupati e precari. La soluzione a questo problema è spesso rappresentata dal prestito con cambiali, ma cos’è e chi li eroga? Vediamolo nel dettaglio.

I prestiti cambializzati, detti anche prestiti con cambiali, sono a tutti gli effetti dei finanziamenti personali non finalizzati, cioè delle linee di credito che chi ha la necessità di avere del denaro contante può richiedere per soddisfare qualsiasi tipo di bisogno, senza dover spiegare a chi li eroga il motivo della sua richiesta e senza dover sottostare ad alcun tipo di vincolo riguardante l’uso del denaro.

Fin qui all’apparenza sembrerebbe essere a tutti gli effetti un classico prestito personale. Vi è però una differenza sostanziale, qui viene utilizzata la cambiale.

Le cambiali sono dei titoli di credito che nel prestito cambializzato vanno a sostituire il ruolo delle rate mensili. Ogni cambiale avrà una data di scadenza e la stessa dovrà essere pagata entro tale data. Essendo un titolo di credito, questo comporta un enorme vantaggio al creditore che, in caso di insolvenza, potrà chiedere aiuto all’autorità giudiziaria per poter rientrare in possesso del denaro a lui dovuto.

 

Cos’è un Prestito Cambializzato

Un prestito cambializzato è quindi un finanziamento che si avvale della cambiale per il rimborso e può essere richiesto non solo da chi è in possesso di un reddito dimostrabile ma anche da chi non ha una busta paga come la casalinga o il disoccupato.



 

Chi Eroga i Prestiti Cambializzati

I prestiti con cambiali possono essere erogati sia da istituti di credito che da società finanziarie o da privati.

E’ possibile anche fare richiesta online, tramite uno di quei siti web che si occupano dell’erogazione di linee di credito di questo tipo. In tal caso avremo i prestiti cambializzati a domicilio, cioè dei finanziamenti con cambiali la cui richiesta viene fatta su internet senza che il richiedente debba spostarsi dal proprio domicilio.

Come funziona? Entro quarantotto ore un incaricato della società finanziaria si recherà presso l’abitazione del cliente per stipulare a tutti gli effetti il contratto di prestito cambiario. Il denaro verrà consegnato direttamente a casa, o presso il domicilio indicato, tramite un assegno circolare.

 

Garanzie Richieste

Per richiedere un finanziamento occorre sempre presentare delle garanzie, a meno che la richiesta non venga effettuata tra privati e pertanto si potrebbe trovare un accordo differente, magari basandosi sulla reciproca fiducia tra creditore e debitore.

Qualora invece la richiesta dovesse avvenire tra un soggetto privato ed un istituto di credito sarà opportuno avere almeno una delle garanzie richieste. Solitamente, come in ogni altro finanziamento, la prima richiesta è quella di una fonte di reddito dimostrabile. Andranno quindi bene la busta paga, la dichiarazione dei redditi o il cedolino della pensione.

In alternativa si potrà ottenere il prestito con un garante o utilizzando dei beni di proprietà, come una casa, che potrà essere però pignorato in caso di insolvenza. Se si decide di optare per un prestito cambializzato e come garanzia si offre la proprietà della propria abitazione si consiglia di effettuare con regolarità i pagamenti di ciascuna cambiale, onde evitare così spiacevoli conseguenze.